ipo5xmille_210px
facebook

Video

fitoterapia
Fitoterapia e medicina tradizionale in Etiopia
fitoterapia
Ricerca etnobotanica sulle piante medicinali dell'altopiano etiopico
fitoterapia
Studio epidemiologico, distretto di Ankober, Etiopia

Clinica mobile in Etiopia

Who's Online

We have 3 guests online

Sostieni IPO con PayPal

Amount: 

There are no translations available.

 

Il progetto “Italiano empatico: Palestra linguistica e storytelling di comunità” ideato ed implementato da IPO, dalla cooperativa sociale POLIS e dall'associazione Altrementi con il supporto della Regione Umbria è terminato nel mese di Maggio. Il gruppo di donne partecipanti, in prevalenza provenienti dal Marocco, è stato coinvolto in una sfida educativa e sociale: imparare l'italiano raccontandosi. Ciò non soltanto per migliorare le capacità comunicative, ma anche per aprirsi maggiormente alla propensione a poter e voler comunicare. Quest'approccio è stato fondamentale per un progetto che si è sin da subito posto l'obiettivo di avere non solo una valenza educativa, ma anche un'importanza dal punto di vista della socializzazione. Infatti molte donne partecipanti, pur trovandosi in Italia da decine di anni, spesso si ritrovano non pienamente integrate, sia per difficoltà socio-economiche - che creano barriere invisibili-, sia per ovvie distanze culturali e lingustiche – che creano solitudini e disagi-.

Uno degli aspetti importanti del raccontarsi è stato quello di mettersi in gioco, di superare timidezze e paure. Tra i vari segnali che qualcosa stesse cambiando all'interno del gruppo, il più forte è stato il modo in cui è stato usato l'arabo, la lingua madre delle partecipanti. Agli inizi l'arabo è stato un modo per continuare a comunicare senza farsi capire, per proteggersi, per non affrontare le difficoltà di comunicazione che inevitabilmente insorgevano. Poi, gradualmente, proprio l'arabo è divenuto un ponte, una risorsa tramite cui alcune donne che avevano maggior dimestichezza con l'italiano riuscivano ad aiutare le altre partecipanti a farsi capire, traducendo e cercando di spiegare loro alcune parole e alcune regole grammaticali e fonetiche più complesse.

Nella manifestazione conclusiva, con molta emozione, ma altrettanto orgoglio, alcune donne hanno letto una fiaba italiana davanti al pubblico convenuto. Le donne hanno letto in italiano e i loro figli in arabo. Infatti, se per le partecipanti la lingua italiana è indispensabile per entrare sempre più in contatto con la comunità di Ponte Felcino dove risiedono, per i loro figli l'arabo è fondamentale affinché non perdano le radici di una cultura e una religione che rimangono il valore caratterizzante delle loro identità orginiarie. L'esperienza del progetto confluirà presto in una pubblicazione dove sarà non solo tracciato l'intero percorso educativo, ma dove troveranno posto molte delle storie che sono emerse durante le lezioni. Un tentativo di condividere una metodologia, ma anche e soprattutto di far conoscere una cultura tramite brevi storie di vita vissuta, storie di gente normale eppure, a suo modo, straordinaria.

SAD

There are no translations available.

Cari amici,

l'associazione IPO ha avviato un nuovo percorso di solidarietà ad Awassa in Etiopia.

In collaborazione con Let Us Change, organizzazione non-profit belga, stiamo aiutando gli ex bambini di strada ospiti dell'orfanotrofio ad avere un futuro migliore.

E' possibile sostenerli a distanza coprendo i costi di vitto, alloggio e scuola secondo le seguenti modalità:

ALLOGGIO: 10€  AL MESE                    SCUOLA: 15 € AL MESE                       PASTI: 15 € AL MESE

Il contributo minimo annuale è di 120 euro/anno (alloggio) o di 180 eur/anno (retta scolastica). Il costo totale per mese per un bambino ammonta pertanto a 50 euro: è pertanto possibile organizzarsi tra più amici e coprire l'intero pacchetto (alloggio, scuola e pasti) per un anno.

Le persone che aderiscono ricevono una brochure con informazioni su Let Us Change/IPO e una foto e una lettera dal bambino sostenuto.

Ci teniamo a farti sapere che:

- i costi sono basati sulle spese effettive sostenute in Etiopia e corrispondono dunque a quanto erogato ai bambini

- informiamo gli sponsor che doni o erogazioni più generose sono bene accetti, ma sono divisi tra tutti i bambini per far sì che beneficino allo stesso modo del sostegno ricevuto

 

L'intera quota verrà destinata ai bambini nemmeno un euro verrà trattenuto per spese amministrative e di gestione.

I bonifici bancari dovranno essere indirizzati a:

IPO - Increasing People Opportunities

IBAN IT 37 D 02008 03027 000041090443

Grazie dai bambini di Awassa